VINO SPUMANTE INTEGRALE SUI LIEVITI

Nella Venezia Settecentesca era chiamato Ganzo un lussuoso tessuto, assai di moda in quell’epoca nelle casate abbienti della città lagunare, una stoffa pregiata impreziosita da ricami elaborati in filo d’oro e d’argento. Il colore dorato, il perlage fitto, la finezza nei profumi e nei sapori hanno ispirato la scelta del nome di questo vino, il GANZO Integrale sui Lieviti. Anche Ganzo, infatti, afferma con forza la propria luminosità. Ottenuto attraverso il metodo della rifermentazione naturale in bottiglia, riposa sui propri lieviti, proprio come un Metodo Classico. Alla mescita Ganzo presenta una fitta e piacevole effervescenza, che permane a lungo nel bicchiere. Sottili note di fiori bianchi e mela matura emergono con grazia dal bicchiere per poi lasciare spazio a sentori fragranti di crosta di pane in cui si insinua un’intrigante nota iodata. Al palato si esprime in modo equilibrato, con un corpo morbido e carezzevole, sorretto da una buona freschezza e da una accattivante sapidità. La gustosa alternanza tra sentori lievitati e salini accompagna il sorso fino alla fine in modo elegante e sofisticato.